Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Un’estate diversa

21-11-2017
viaggi

Una vacanza all’insegna dell’impegno: a conoscere meglio le realtà che visitiamo e a partecipare a progetti di lavoro

E se quest’anno le nostre tanto agognate ferie estive non fossero solo relax, riposo, ozio? Se non si limitassero alla scoperta mordi e fuggi di luoghi e città per noi nuove? Insomma se fossero davvero un’occasione per conoscere altre realtà mettendo a disposizione degli altri il proprio tempo e il proprio impegno, magari nell’ambito di un progetto ben organizzato? Tante sono le opportunità, basta avere la pazienza di saperle cercare, misurando subito però la nostra attitudine con quel- lo che saremmo chiamati a fare, per evitare delusioni, arrabbiature e forse anche peggio. Un approccio accessibile a tutti sono i viaggi cosiddetti solidali, cioè viaggi etici e sostenibili, in termini di impatto sia ambientale che sociale e culturale, nell’ambito del turismo responsabile. Tutti coloro che viaggiano per ammirare siti naturali, artistici e storici, ma anche per scoprire il mondo nei suoi aspetti più autentici, lontano dagli schemi stereotipati del turismo di massa, organizzato o no, possono scegliere tra moltissimi itinerari in Italia, Europa dell’Est, Africa, America Latina ed Asia. Tutti i percorsi concedono ai viaggiatori il tempo necessario ad assaporare il gusto dell’incontro con la gente, la bellezza della natura e la scoperta di culture e tradizioni. Un riferimento piuttosto conosciuto è appunto Viaggi Solidali (www.viaggisolidali.it) che, per facilitare la comprensione di realtà spesso molto diverse da quelle di provenienza, prevede l’accompagnamento di mediatori culturali: sono italiani o stranieri che parlano l’italiano, spesso residenti in loco, in grado di mettere a disposizione dei viaggiatori un’approfondita conoscenza della fisionomia socioculturale del Paese visitato, oltre che dei suoi aspetti turistici. Ad integrazione dei viaggi di conoscenza, l’offerta può prevedere anche l’eventuale partecipazione ai campi di lavoro, per chi desidera vivere un’esperienza di solidarietà internazionale dedicando una parte del tempo del viaggio a lavori socialmente utili.

Senza andar troppo lontano...

In Sicilia Viaggi Solidali organizza un itinerario che attraversa il Barocco, porta sull’Etna, prevede la visita al borgo marinaro di Selinunte, al Duomo di Monreale, a Siracusa ed al parco archeologico greco-romano; ma anche l’incontro al Memoriale di Portella della Ginestra con i testimoni sopravvissuti alla strage del ’47, la visita alla casa museo di Peppino Impastato, l’incontro con le cooperative che lavorano sui terreni confiscati alla mafia, la visita alla cooperativa di Modica che produce il cioccolato equosolidale con la pasta di cacao prodotta in Repubblica Dominicana, lo zucchero di canna proveniente dal Costarica e le spezie dello Sri Lanka.