Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Un due tre... caffè!

15-06-2017
Bevande

Veloce e facile da preparare, quello istantaneo o solubile ha poco da invidiare a quello della moka o all’espresso 

Alzi la mano chi non diffida almeno un po’ del caffè da sciogliere direttamente nell’acqua... Dovete provare a ricredervi, scegliendo i migliori che sono in commercio e affinandone la conoscenza, magari cominciando innanzitutto col pensare che non è un espresso, né un caffè della moka, ma è un vero caffè, da bere fumante, magari più lungo degli altri, in una bella tazza grande; oppure in estate con acqua, ghiaccio e un goccio di latte: una bevanda velocissima, fresca, dal sapore deciso. 
Non è un caso che in alcuni Paesi come il Giappone o la Gran Bretagna questo caffè sia il più diffuso, utilizzato abitualmente dal 90 percento dei consumatori, che sono del tutto convinti del fatto che il caffè liofilizzato non sia di scarsa qualità: ne esistono di diversi tipi e aromi, basta che la base di partenza sia un buon caffè liquido. Sì, perché da quando in un modo o nell’altro è stato “inventato” il caffè da sciogliere nell’acqua, il punto di partenza è stato sempre un caffè preparato in maniera tradizionale. Chi dice sia stato un giapponese, chi un neozelandese, chi uno statunitense (siamo negli anni a cavallo tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900), fatto sta che la grande diffusione si ebbe a partire dall’ultimo dopoguerra, dopo che i soldati americani, nelle cui razioni c’era sempre il caffè liofilizzato, facilmente conservabile, trasportabile e preparabile, lo fecero conoscere in Europa. Il caffè istantaneo, o solubile, è ottenuto dall’essiccazione del caffè liquido concentrato. Esistono due metodi per ottenerlo: l’essiccazione a spruzzo oppure la liofilizzazione. Nel primo caso avviene la vaporizzazione dell’estratto di caffè liquido all’interno di un canale di aria molto calda che asciuga rapidamente le goccioline dell’estratto di caffè, trasformandole in una polvere finissima. Nella liofilizzazione l’estratto di caffè liquido viene dapprima portato a temperature molto basse (dai -30°C ai -50°C) in modo da congelare e solidi care il caffè liquido; dopo, il caffè solido così ottenuto viene spezzettato in piccolissimi frammenti solubili, che poi vengono essiccati a basse temperature sotto vuoto. Entrambi i procedimenti sono ottimi per preservare la qualità, l’aroma e il sapore del caffè. Un consumo regolare e moderato di caffè apporta molti benefici alla salute. Proprio come il caffè normale, anche il caffè istantaneo ha un elevato apporto di antiossidanti. Inoltre, una tazza di caffè istantaneo contiene in media solo 4 calorie, e fornisce anche piccole quantità di nutrienti come il potassio, il magnesio e la niacina (vitamina B3). Il caffè istantaneo ha in genere quantitativi di caffeina leggermente inferiori al normale, ed è disponibile anche nella versione decaffeinata.