Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Attrezzi da giardinaggio: quali sono gli indispensabili?

20-11-2018
casa e giardino

Attrezzi da giardinaggio: quali sono gli indispensabili?

Curare il proprio giardino può dare grande soddisfazione. Alcuni studi attribuiscono a questa attività facoltà terapeutiche per bambini con problemi di apprendimento o con particolari patologie, per persone con disabilità, per gli anziani e per chi deve scontare pene detentive, con la conseguente opportunità di reinserimento nella società. In ogni caso, qualunque sia il motivo, la piacevolezza nel curare il proprio verde è accertata.

Gli attrezzi da giardinaggio sono fondamentali negli spazi più o meno grandi, ma anche in piccoli terrazzi ricchi di piante e fiori non devono mancare. Un attrezzo da giardino adeguato serve ad operare in tutta maneggevolezza e poter godere di un habitat confortevole, che possa fornire un contributo positivo all’ambiente, al vostro gusto e comodità.

Quali sono allora gli strumenti per giardinaggio indispensabili?


Badile

Uno dei classici e irrinunciabili strumenti. Qualsiasi dimensione di terreno si debba curare, il badile con forma appuntita all’estremità vi aiuterà ad affondare meglio nella terra. Lo spargimento del concime può essere eseguito con questo attrezzo. In questa ultima funzione è di aiuto anche quello squadrato, di solito più grande e capiente.


Forbici e cesoie

A braccio lungo o a presa più corta, sono molto importanti nella potatura di steli o rami non troppo spessi. Scegliete prodotti robusti e di qualità, onde evitare di rovinare lo strumento o romperlo. Sono attrezzi da giardinaggio che non possono mancare, sia per la vegetazione da giardino, che da terrazzo.


Rastrello

Utile allo spianamento del terreno, per la raccolta foglie e scarti di potatura non ingombranti. Qui servono un paio di tipi di rastrello, rispettivamente quello con dentature larghe e quello con dentature più strette, lunghe e morbide, detto pure “scopa raccogli foglie”. Se si vogliono avere risultati efficaci con questi strumenti per giardinaggio è meglio che il primo abbia almeno una dozzina di denti, il secondo non meno di ventidue.


Vanga

È sempre più frequente dedicare una parte del proprio giardino ad orto. In questo caso una vanga è essenziale per girare le zolle. Se si ha a che fare con una superficie non lavorata è meglio che l’estremità di acciaio sia a punta, vi assisterà meglio nelle prime lavorazioni e nei momenti annuali della vangatura, nonché nei suoli più duri. Il manico, in solido legno, deve essere bello lungo. Diversamente, la lama quadrata è utile sui terreni che hanno già usufruito di lavorazioni, o che sono più renosi e sgretolabili. Qui si può utilizzare anche il manico corto.


Sega

Anche qui dimensioni e varie tipologie dipendono dalle necessità e dalla mole di lavoro necessario. Sicuramente un seghetto a mano, leggero e non troppo ingombrante, è un attrezzo da giardino molto utile quando si devono segare rami più spessi. Una dimensione più contenuta vi sosterrà laddove le fronde sono più fitte.

Questi strumenti per giardinaggio in genere richiedono una manutenzione molto bassa, se usati nella maniera opportuna. Una volta utilizzati accertatevi che non rimangano sporchi terra o di pezzi di vegetazione: ridurrete il rischio di arrugginimento e di parassiti che potrebbero essere trasmessi ad altre piante. La scelta di oggetti di qualità, dei metalli o dei supporti in legno, favorirà una maggiore durata del prodotto.