Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Collare per cani: come realizzarne uno fai da te

13-11-2018
animali domestici

Collare per cani: come realizzarne uno fai da te

Un collare per cane è un oggetto indispensabile, in quanto le norme in vigore vietano di portarlo in giro sprovvisto (come per guinzaglio, museruola e sacchetto igienico affiancato ad una paletta). E poi a chi non piace una bella passeggiata con il proprio cane, magari in un parco o in giro per le strade della città? A tal proposito è necessario essere muniti degli strumenti adatti ad una camminata in comodità, sia per i padroni che per gli amici animali.

I collari per cani si possono pensare inoltre come un accessorio estetico. Basta non trascurare mai l’aspetto della solidità e dell’incolumità del nostro amico a quattro zampe, e anche con un semplice fai da te si possono soddisfare tutte queste esigenze.

Vediamo come è possibile ingegnarsi.

Intanto, munitevi del materiale necessario: cordoni spessi, o a fascetta (appiattiti), di nylon, colla a caldo, forbici, accendino, stoffa, un moschettone, degli anelli di metallo e attacchi in plastica (utili se usate fascette di nylon).

Ricordate sempre, prima di incominciare, di valutare la circonferenza del collo in modo che il collare per cani non risulti né troppo stretto né troppo allentato. E tenete conto anche della forza sviluppata dall’animale: più grande è, più servirà un supporto spesso. Ponete sempre attenzione poi alla qualità dei prodotti che usate: non devono deperire velocemente né avere elementi che possano ferire il cane quando tira.

Fatte le dovute valutazioni, una volta che si hanno tutti gli elementi necessari, potete iniziare con la costruzione del vostro personalissimo collare per cane.

Prendendo i due cordoni spessi, intrecciateli incastrandoli negli spazi che si creano tra un nodo e l’altro. Ovviamente ognuno può usare il metodo che meglio lo aggrada, l’importante è che si crei un solido effetto “treccia” che aiuti a rendere il collare per cani aderente e meno sottoposto allo stiramento. Considerate che le estremità devono essere dedicate all’aggancio con il moschettone e con gli attacchi in plastica. Siate accorti nello scegliere materiali proporzionati alle dimensioni del nylon. Usate la colla a caldo in quei punti che dovono essere il più possibile aderenti. Una volta terminati gli intrecci, quando applicherete il nodo finale, bruciate le estremità della corda nel nodo finale con un accendino in modo da formare un punto di blocco.

Più facile se si hanno le fascette: qui si potranno far passare sia dentro l’anello che tiene il moschettone, sia dentro gli attacchi in plastica. Saldate infine con colla a caldo all’estremità creando un rinforzo che non faccia scivolare via la fascetta.

Potrete avere un’ampia scelta dei colori delle corde di nylon, in tinta unica o meno, oppure abbinando cordoni con diverse tinte. I vari livelli di capacità a lavorare altri materiali come pelle o ecopelle, permettono di ampliare la verietà.

Se si vuole dare un tocco “fashion” al collare per cani è possibile sbizzarrirsi con stoffe e pezzi in pelle, in modo da rifinire il lavoro e magari avere un prodotto che si adatti meglio alla personalità del proprio amico. Un espediente valido anche per la copertura dei nodi. Potrete cucirvi o far incidere, a seconda del materiale, il nome del cane, personalizzandolo; un aspetto che può risultare utile nel caso si dovesse perdere.

E adesso, utensili alla mano, facciamo questo indispensabile regalo ai nostri amici pelosi!