Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Con la bella stagione, attenzione ai parassiti!

28-04-2019
animali domestici

Uno dei principali problemi che affligge i nostri animali domestici è quello dei parassiti, un inconveniente presente durante tutto l’arco dell’anno, ma che sicuramente nel corso della bella stagione conosce un pericoloso acutizzarsi.

 

Il caldo aumenta i rischi

Il principale problema per cani e gatti in primavera ed estate, quando i primi vengono portati più spesso al parco e i secondi si lanciano più volentieri alla scoperta del territorio circostante, riguarda il rischio pulci e zecche, soprattutto perché il caldo è il clima ideale nel quale questi parassiti possono svilupparsi e proliferare.

Il pericolo, inoltre, non è solo per gli amici a quattro zampe ma anche per l’uomo, trattandosi di parassiti trasmissibili, che possono colpire chi entra in contatto con l’animale o con l’ambiente interessato.

 

Pulci e zecche: sintomi di infestazione

Analizzando nel dettaglio i problemi che pulci e zecche possono far sorgere, bisogna sottolineare come, per quanto riguarda le prime, la problematica principale sia rappresentata dalla loro minuscola dimensione, che di solito impedisce di identificarle con facilità. Esse provocano sugli animali una dermatite allergica, il cui sintomo è un forte prurito in varie parti del corpo, che rende i nostri amici a quattro zampe nervosi e irrequieti. In alcuni casi le pulci possono anche veicolare batteri intestinali o altri parassiti che causano cefalee e febbre. Per quanto riguarda i segni di un’infestazione da zecche, si va dalla zoppia alla perdita dell’appetito fino a tumefazioni articolari.

 

Prevenire i parassiti di cani e gatti

Nel tentativo di evitare gli spiacevoli inconvenienti appena descritti, la prevenzione è l’arma principale. Bisogna innanzitutto tenere ben pulito l’ambiente in cui vive l’animale, attraverso l’utilizzo di prodotti specifici che garantiscono una difesa contro tutti i parassiti nemici dei nostri pet.

Sono molto utili, ad esempio, prodotti chimici e naturali, che esistono sia sotto forma di spray che di “pipette” di antiparassitario, contenenti un liquido che si applica fra le scapole dell’animale e che attraverso la pelle ne raggiunge il sangue. In questo modo, i parassiti che si nutrono del sangue dell’animale muoiono.

Un’avvertenza importantissima: alcuni antiparassitari per cani possono essere mortalmente tossici per i gatti! Se possediamo sia un cane che un gatto, controlliamo sempre le indicazioni sulla confezione e scegliamo un antiparassitario per cani non tossico per i gatti.

 

 

 

 

 

 

 

Foto di sevenpixx da Pixabay