Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

E...state disconnessi

08-07-2020
tempo libero

Lo chiamano “digital detox”: ossia il modo di staccare e disconnettersi, quando si è in vacanza, dalle tecnologie di comunicazione digitale che ormai pervadono sempre più le nostre vite e che peraltro, in questa difficile primavera, ci sono state spesso indispensabili per continuare le nostre attività di lavoro o di studio e per rimanere in contatto con i nostri cari.

 

Come staccarsi dai social in vacanza

Eppure, se lo smartphone (e per alcuni anche il tablet) è ormai compagno consueto delle nostre giornate e indubbiamente offre tantissime funzioni comode, dalla comunicazione, alle app per prenotazioni o acquisti, domandiamoci: quanto di tutto ciò è veramente indispensabile?

Almeno in vacanza, cerchiamo di liberarci per qualche giorno dall’accompagnamento continuo di trilli e notifiche. Vediamo alcune possibili soluzioni:

  1. Installate fin da subito una app che controlli il vostro uso del telefono e vi dica quanti minuti, o anche ore, passate sulle app social, sui giochi, eccetera: potreste rendervi conto di quanto spesso usate alcune app solo per “noia”… È il momento di inventarsi altro da fare! Una passeggiata, magari chiedendo alle persone del posto (anziché a Internet!) di indicarvi qualche piccolo luogo caratteristico da visitare in zona… Oppure semplicemente scoprire, o riscoprire, il lato positivo dell’ozio: il dolce far niente, magari in un’ora sonnolenta del pomeriggio.

  2. Imponetevi di tenere lo smartphone spento per un certo numero di ore al giorno. Se dovete comunque essere raggiungibili perché avete genitori anziani o figli piccoli che sono rimasti a casa, procuratevi un semplicissimo telefono GSM (costano molto poco ormai): potrete usarlo con una seconda carta sim (di cui dare il numero solo a poche persone selezionate) oppure con la vostra sim abituale, per poter ricevere telefonate ma essere disconnessi da tutto il resto (ricordate che, per inserire una microsim o nanosim – come quelle che oggi si usano negli smartphone – in un telefono GSM dovrete procurarvi un adattatore di sim card).

  3. E le fotografie? Avete acquistato l’ultimissimo modello di smartphone in grado di scattare foto eccezionali e non volete rinunciare proprio in vacanza? Non barate: il vostro smartphone, anche senza una carta sim inserita, continua egregiamente a funzionare per fare foto… E, no, non è indispensabile condividerle subito sui social!

  4. Nei momenti in cui tenete lo smartphone acceso, provate a disattivare le notifiche delle app social: i nuovi contenuti e messaggi saranno lì comunque ad aspettarvi quando, magari solo per un’ora la sera, le userete.

 

Buone vacanze “detox” a tutti!

 

 

Foto di NeiFo da Pixabay