Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Fra corpo e mente

13-10-2020
bellezza e benessere

Un buon massaggio rilassante può aiutare il corpo a liberarsi dalle tossine e contribuire al miglioramento della circolazione, ed è ideale per rigenerarsi, sciogliere le tensioni muscolari e dare sollievo alle articolazioni. E se sognate il lontano Oriente, e desiderate fare un viaggio almeno con la mente, coccolatevi con massaggi orientali, che consistono in tecniche dolci che aiutano a combattere i disturbi più comuni, o meglio, come suggeriscono gli esperti, “non curano il sintomo ma la personalità nel suo insieme”.

 

Tipi di massaggi

Tutti questi tipi di massaggi sono un valido alleato contro i dolori articolari e muscolari, ognuno però si distingue dall’altro in base alle sue peculiarità. Prendiamo il massaggio ayurvedico, che aiuta a smaltire ansie e stress, seguendo il ritmo delle onde marine e favorendo il fluire delle forze vitali; mentre preziosa per riequilibrare lo stato mentale è la riflessologia plantare: sollecitando punti specifici, questo tipo di massaggio agevola il corretto funzionamento di colon e intestino. Per ridurre gonfiore addominale e inestetismi della cellulite basta un ciclo di thai, proprio perché il massaggio interviene sui problemi causati dalla cattiva circolazione. Perfetta invece per chi soffre dei sintomi da menopausa è la pratica dello shiatsu, che interviene in maniera profonda sul sistema muscolo-scheletrico, sui tessuti e sul sistema circolatorio. Così come è efficace per contratture, mal di schiena e cervicale, il massaggio tuina che riesce a dare sollievo immediato dal dolore e ha l’effetto istantaneo di sciogliere le articolazioni.

Se tuttavia non volete andare da un professionista, potete provare il massaggio fai-da-te con oli specifici e idratare il corpo con creme rigeneranti. Basta fare le mosse giuste e tener conto di alcuni accorgimenti e indicazioni. Innanzitutto occorre abbinare il massaggio con la texture (cioè la consistenza) dei prodotti spalmabili su viso e corpo. Per esempio, creme nutrienti e oli richiedono un’applicazione più lenta rispetto a gel o sieri. I movimenti devono essere ampi, accompagnati da una leggera pressione per far assorbire bene il prodotto dall’epidermide. Il momento ideale per massaggiare la crema sul corpo è subito dopo il bagno o la doccia, e i movimenti vanno effettuati partendo sempre dalle estremità (mani e piedi) e risalendo verso il centro del corpo.

 

Massaggi per la testa e i capelli

Rientra nella categoria dei massaggi ayurvedici ed è specifico per il cuoio capelluto e la testa: si chiama kesabhyangam e i suoi effetti sono molto graditi perché procura un intenso piacere a livello sia fisico sia mentale. Da sempre questo massaggio ayurvedico è praticato dalle donne indiane che prestano molta cura a ogni parte del loro corpo. Il kesabhyangam consiste in una serie di manovre indirizzate alla testa e ai capelli che stimolano l’irrorazione sanguigna favorendo un maggior afflusso di ossigeno e sostanze nutritive. In più rinforza i capelli, dona lucentezza, ne stimola la crescita e ritarda la comparsa dei capelli bianchi. Ma non solo, combatte dermatiti e l’antipatica forfora.

 

 

Foto di blueland da Pixabay