Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Giochi per gatti: 7 idee Fai Da Te

22-06-2018
animali domestici

Giochi per gatti: 7 idee Fai Da Te

Stimolare al gioco il proprio gatto è molto importante, specialmente nella fase dello sviluppo e fino a che le forze glielo consentono. I momenti ludici possono essere un vero incentivo ad una buona qualità della vita, un deterrente alla noia e… a qualche guaio che possono combinare in casa, nel caso dei più vivaci.

A volte per far divertire il proprio gatto basta poco, e realizzare un oggetto con alcune particolarità attrattive potrebbe essere la soluzione migliore. Le tipologie possono essere diverse e con varie utilità: possiamo immaginare degli strumenti adatti a stimolare l’agilità, altri che sfruttino la naturale curiosità ed altri ancora che rendano più piacevoli i momenti di relax.

Ecco qui di seguito 7 idee per creare giochi per gatti fai da te con un po’ di inventiva e una certa facilità.

1 – Tappo di sughero

Prendete un tappo di sughero e foratelo da lato a lato con un cavatappi o un oggetto adatto a perforare. Inserite dei nastri colorati e lanciatelo sul pavimento. L’effetto rotolamento e i colori indurranno il vostro micio a divertirsi a rincorrerlo.

2 – Piedistallo

Sempre con dei tappi di sughero, prendete un nastro o della stoffa e avvolgeteli in modo da creare una superficie rotondeggiante. Verrà utilizzata come piedistallo dove potersi accomodare. Lo stesso si può fare con del cartoncino arrotolato e ricoperto con altra carta, recuperata magari da riviste, formando un effetto spirale. Anche qui, usando colla o nastro adesivo, stabilizzate i lati del piedistallo così da rendere la base omogenea.

3 – Casa di cartone

Con degli scatoloni potrete creare uno dei passatempi e addirittura uno degli habitat preferiti per i gatti, che amano nascondersi e infilarsi in anfratti o piccoli spazi. Forbici e, volendo, colla alla mano, a seconda di quanto grande e articolata deve essere la struttura, ritagliate finestrelle e fessure. Potete anche riutilizzare scatole in legno o vecchi cassetti fissandoli al muro su più piani o a strutture stabilizzate. Così avrete uno dei più sfruttati tra i giochi per gatti.

4 – Bottiglia di plastica

Uno dei più semplici che sfrutta l’effetto “equilibrista” con le zampe, usando una semplice bottiglia di plastica vuota. Se dovesse essere inizialmente diffidente, inserite all’interno oggetti che possano creare un po’ di rumore rotolando.

5 – Composizione con oggetti cilindrici aperti

L’oggetto cilindrico permette di inserire le zampe in spazi dove si possano mettere dentro altri giochi. Solitamente il materiale più pratico è il cartoncino, che potrete trovare riciclando rotoli di carta igienica esauriti (oppure oggetti in plastica con le stesse caratteristiche). Usate un po’ di colla o un nastro avvolgente per fissarli gli uni agli altri.

6 – Recipiente in plastica bucherellato

Ecco un’altra trovata molto divertente che sfrutta la curiosità e la voglia di mettere le zampe un po’ ovunque. Con un recipiente alimentare munito di coperchio formiamo dei buchi con un coltello. All’interno il micio potrà mettere e togliere gli oggetti. Se a volte il vostro micio deve essere un po’ stimolato a mangiare può funzionare anche inserendo delle crocchette che cercherà di prelevare. Uno dei giochi per gatti più divertenti, che unisce l’utile al dilettevole.

7 – Calzino imbottito

Se avete vecchi calzini, meglio se di spugna, imbottiteli con altrettanti calzoni o con semplice stoffa. Legate le estremità e formate un effetto “caramella”, oppure abbinate nastri per guarnire. Un altro modo semplice di fare giocare il gatto è quello di legare scampoli di stoffa tra loro, insieme, volendo, ad un calzino imbottito sempre con stoffa creando le sembianze di un “polpo”. Allungando il filo avvolgente, se siete in vena di fare un po’ di moto, potrete di muovervi per la casa trascinandolo, in modo che il vostro amico possa rincorrerlo.

Sono molti gli oggetti che si possono ottenere con un po’ di fantasia e un po’ di materiale di recupero che si può trovare in casa. Ovviamente chi ha particolari capacità con il bricolage, o con maglia e cucito, può produrre oggetti più rifiniti. È sempre consigliabile fare attente valutazioni su ciò che si costruisce, evitando dimensioni troppo piccole che facilitino l’ingerimento; fate inoltre attenzione ai materiali pericolosi o a quegli oggetti che degradandosi possano nuocere. Quando ne siete alle prese monitoratene sempre l’integrità e non tardate a sostituirlo appena vedete segni di deterioramento.

E ora buon divertimento ai nostri amici (e ai loro padroni)!