Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Idee per il balcone in autunno

10-09-2020
casa e giardino

Le vacanze sono ormai un ricordo, e l’aria mattutina si fa più fresca, presagio dell’autunno in arrivo. La stagione in cui la natura si avvia al riposo è ricca di colori che non sono soltanto quelli delle foglie degli alberi che a poco a poco cadranno, ma anche di tanti fiori autunnali variopinti e facili da coltivare. Cominciamo quindi fin d’ora a mettere un po’ di allegria sul balcone o in giardino!

 

I migliori fiori autunnali

Per chi ha soltanto poco spazio sul balcone o sul davanzale, non possono mancare i ciclamini che sono il fiore autunnale più famoso, che ci regalerà colore anche per tutto l’inverno. Il ciclamino (purché sia di una varietà da esterno) non teme il freddo e può stare sul balcone anche in inverno, in una posizione al riparo dalla luce diretta del sole (attenzione, però: le varietà ibridate, solitamente di dimensioni più grandi sia nei fiori che nelle foglie, sono molto più delicate e non possono stare fuori). Il suo peggior “nemico”, invece, sono i ristagni d’acqua e il terriccio impregnato: non annaffiatelo dall’alto, per non far marcire foglie e fiori. Appoggiate il vaso in un sottovaso pieno d’acqua, lasciatelo qualche ora perché il terriccio la assorba, e poi eliminate l’acqua in eccesso.

Anche la zinnia è un bellissimo fiore autunnale facile da coltivare. È l’alternativa al ciclamino per chi ha uno spazio esposto al sole e al vento, che al contrario del ciclamino la zinnia ama. Poco esigente in fatto di annaffiature (basterà attendere che il terreno sia secco), la zinnia vi regalerà splendide fioriture in tutti i toni del rosso, arancio, viola, rosa e giallo.

Anche i crisantemi sono un altro tipico fiore autunnale: poco esigenti ed estremamente resistenti, sono perfetti per riempire di colore un balcone con tanti colori che vanno dal rosa al rosso, dal giallo all’arancio…

Per chi cerca una pianta autunnale resistente e rustica la scelta non può che cadere sull’erica: fiorisce in autunno con piccole spighe di fiori variopinti che si mantengono durante tutta la stagione fredda. Va annaffiata solo quando il terreno tende ad asciugarsi ed è meglio evitare l’acqua del rubinetto, spesso troppo calcarea.

 

Le migliori piante autunnali

Chi può permettersi un po’ di spazio in più, sul balcone o ancor meglio in giardino, troverà soddisfazione nel coltivare piante autunnali perenni.

L’evonimo è una di queste: perfetta per il giardino o per una grande fioriera, in autunno i suoi fiori sviluppano belle bacche rosate. Non teme il freddo (e neanche il caldo) per cui può stare all’esterno per tutto l’anno, anche al sole.

Un’altra pianta autunnale molto apprezzata è la skimmia o “falso pepe”: mentre l’evonimo è adatto a siepi e bordure, la skimmia può essere coltivata anche in vaso (meglio un vaso di terracotta abbastanza pesante, in modo da fare da baricentro per la folta chioma) e si riempie, in autunno, di belle bacche rosse.

Non può mancare l’Hebe, una pianta che fiorisce in autunno con la sua seconda fioritura, riempiendosi di graziose spighe di fiori di diverse tonalità (dal bianco all’azzurro o viola) che creano un bel contrasto con le sue foglie grigio-verdi: ama i luoghi soleggiati, ma teme il gelo, per cui in inverno va posta in un angolo riparato del balcone o del giardino, e protetta se necessario con un telo in tessuto non tessuto.

 

 

 

Foto di Matthias Böckel da Pixabay