Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Il cuore dell’estate

13-08-2020
cucina

Il suo bel colore arancione acceso già lascia pregustare tutta la sua dolcezza: addentare un’albicocca è un po’ come tuffarsi nel gusto caldo dell’estate.

Questo colore, però, non è soltanto bello da vedersi: come gli altri frutti e ortaggi arancioni, infatti, le albicocche sono ricche di betacarotene, che nell’organismo si trasforma in vitamina A e che, soprattutto, aiuta la pelle rendendola più resistente ai raggi solari: ciò non significa che possiamo rinunciare alle creme solari, ma sicuramente un bel centrifugato di albicocca e carota prima dell’abbronzatura sarà un pieno di liquidi, vitamine, sali minerali e… betacarotene, appunto. Il betacarotene, inoltre, è importante per la salute degli occhi, perché protegge la retina.

Le albicocche sono anche particolarmente ricche di fibre, rappresentando quindi un importante aiuto naturale contro la stitichezza, e di potassio, che regola la pressione arteriosa e aiuta a combattere la ritenzione idrica e quindi anche la tanto odiata cellulite.

 

Albicocche: usi in cucina

Le albicocche sono buonissime anche consumate da sole, come spuntino, magari da portare in spiaggia in un cestino refrigerato… Diversamente, sono protagoniste soprattutto di frullati e dessert: dalla macedonia alla torta di frutta, dalla mousse di ricotta e albicocca (frullate insieme con l’aggiunta di un pizzico di cannella) alla confettura. Un dolce dell’ultimo minuto? Aprite le albicocche, scavatele un poco con un cucchiaino, poi riempitele con una crema preparata con formaggio fresco spalmabile (o ricotta), cacao dolce in polvere e granella di nocciole.

Ma perché non cimentarsi anche in ricette salate con le albicocche? Una la trovate qui, fresca e saporita, in un originale abbinamento con i gamberoni. Le insalate con le albicocche del resto sono un terreno di scoperta vastissimo: possiamo provare anche una quinoa o un couscous di albicocche con l’aggiunta di spezie e cipolla, oppure un’insalata di albicocche, fagiolini lessati e pinoli, da spolverare con un po’ di timo fresco.

Il sapore agrodolce della frutta rende le albicocche, così come le prugne o le pesche, particolarmente adatte a ricette di carne in agrodolce; possiamo prepararle al forno in gustosissimi spiedini di manzo e albicocche, oppure accompagnare l’arista con la salsa di albicocche ottenuta aggiungendo nel tegame, durante la cottura dell’arista, albicocche secche lasciate a mollo per 4 ore nella grappa.

 

 

La ricetta: insalata di gamberoni e albicocche

 

Ingredienti (per 4 persone): 250 g di gamberoni, 4 albicocche mature, 2 finocchi, 1 limone, olio extravergine di oliva, sale, pepe, prezzemolo

 

Tempo di preparazione 20 minuti

Tempo di cottura 5 minuti

Difficoltà *

Costo *

Vino consigliato Prosecco

 

Per fare più in fretta (e spendere meno), acquistate dei gamberoni surgelati e già privi della testa e del guscio. Passateli sotto l’acqua fredda per eliminare i residui di ghiaccio e fateli cuocere in acqua bollente per qualche minuto (dai 3 ai 5, a seconda della pezzatura). Scolateli e metteteli da parte.

Lavate le albicocche, togliete i noccioli e fatele a pezzettoni. Pulite i finocchi e tagliateli in insalata.

Mettete tutto in una ciotola ed condite con l’emulsione di olio, succo di limone, sale e pepe. Mescolate bene per far insaporire i gamberoni e le albicocche, e guarnite con qualche foglia di prezzemolo.

È una ricetta che si presta a molte variazioni: all’emulsione si può ad esempio aggiungere il succo di un’arancia, e al posto del pepe utilizzare il peperoncino; le albicocche poi possono essere sostituite con le pesche.

 

 

 

 

Foto di RitaE da Pixabay