Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Il succo… della salute!

20-10-2020
bellezza e benessere

Introdotte in Occidente dai portoghesi nel lontano XV secolo, le arance (originarie della Cina) rappresentano uno dei frutti più preziosi e genuini a nostra disposizione, da gustare a spicchi o come spremuta per godere appieno di tutte le loro proprietà nutritive.

 

I benefici della vitamina C

Quando parliamo di arance il pensiero corre subito alla famosa vitamina C, indispensabile per rafforzare il sistema immunitario - prevenendo così i tanto temuti raffreddori e gli altri malanni tipici dell’autunno - e per favorire l’assorbimento del ferro (molto utile, quindi, in caso di anemia). Non solo: essa possiede importanti proprietà antiossidanti che la rendono efficace nel contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento delle cellule.

Altrettanto preziose le altre sostanze di cui la buccia e la polpa dell’arancia sono ricche, vitamine A e B e sali minerali innanzitutto. Un mix di principi nutritivi che favoriscono il rafforzamento di ossa e denti, migliorano il flusso sanguigno, aiutano la digestione e prevengono le infezioni.

Bere regolarmente una spremuta, inoltre, ha effetti benefici per chi soffre di diabete: questo agrume, infatti, contiene poco zucchero e ha proprietà diuretiche.

 

Varietà di arance

Nonostante si parli di arancia in generale, è importante sapere che in realtà ne esistono diverse tipologie: la distinzione principale è sicuramente quella tra arance bionde e arance rosse, in base al colore della polpa. Bisogna distinguere, inoltre, le arance da spremuta - caratterizzate da una buccia sottile, ma particolarmente dolci e succose - e le arance da tavola, di dimensioni maggiori e più carnose.

Tra le varietà più famose delle arance rosse ricordiamo il tarocco, il moro e il sanguinello, che contengono un’elevata quantità di acqua nonché vitamine e soprattutto sali minerali (calcio, fosforo, potassio, ferro e selenio). Molto importante anche l’acido citrico che abbassa i livelli di acidità, migliora i processi digestivi e contribuisce a mantenere attivo il metabolismo.

La varietà più amara dell’arancia, infine, è piuttosto apprezzata nel mondo alimentare e farmaceutico. Viene utilizzata, ad esempio, per preparare marmellate e canditi, mentre con la buccia si producono liquori nonché digestivi, tonici e integratori.

Iniziare la giornata con una spremuta o gustarla nel corso della giornata può essere, quindi, un ottimo modo per fare il pieno di energia utile ad affrontare tutti gli impegni!

 

 

 

 

Foto di Steve Buissinne da Pixabay