Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Piante… libere e sane!

12-08-2020
casa e giardino; tempo libero

“Maledetti parassiti!” verrebbe da inveire dopo che abbiamo passato magari tutto l’inverno a cercare di proteggere le nostre piante dalle intemperie. Molte volte infatti le malattie delle piante dell’orto, del giardino o del balcone in estate, sono provocate da insetti e parassiti, insidiosi animaletti particolarmente agguerriti nei mesi caldi, attratti dai frutti e dalle tenere foglie.

I più temuti della stagione estiva sono gli afidi, conosciuti meglio con il nome di pidocchi delle piante e presenti in particolare sulle rose. Per sconfiggerli naturalmente servirebbero delle coccinelle, essendo degli ottimi predatori di questi parassiti. Altri insetti insidiosi molto piccoli, che attaccano le piante, sono le cocciniglie, favorite dal clima caldo e secco.

Se poi notate foglie bucherellate o mangiucchiate, probabilmente è opera dei bruchi o delle lumache se si tratta di insalata. Ma la colpa può essere anche delle cimici.

Non sono da meno la mosca bianca e i ragnetti rossi. La prima è la maggior nemica di limoni e piante da balcone, come begonie o gerani, mentre i secondi invadono diversi ortaggi – pomodori e fagioli fra quelli preferiti – oltre che le piante ornamentali e gli alberi da frutto.

Nel campo di battaglia che è il nostro giardino, coleotteri, larve ed elateridi sono pronti a chiudere lo schieramento, contribuendo al deterioramento delle piante una volta che si sono cibati delle loro radici. Ce ne accorgiamo da segni scuri e piccoli fori sulle foglie. All’attacco dell’orto, golose in particolare di patate e di melanzane, partono invece le dorifere, minuscoli animali dal corpo verde e giallo, striato di nero.

 

Malattie delle piante: i funghi

Ma gli insetti non sono i soli responsabili delle malattie delle piante. L’oidio, per esempio, è una malattia causata da un gruppo di funghi e colpisce sia le piante in vaso sia quelle dell’orto. Si manifesta con delle macchie di color bianco sulle foglie. In questi casi bisogna evitare di innaffiare troppo le piante, oltre a ricorrere a trattamenti speciali.

La più pericolosa rimane la peronospora, una malattia che può risultare letale per le piante. A rimetterci sono soprattutto i pomodori. È per questo che è meglio prevenire con trattamenti a base di rame prima che sia troppo tardi per il raccolto.

Tuttavia il sole a picco può provocare colpi di calore anche alle piante, e quindi largo ad abbondanti dosi d’acqua. Facendo però sempre attenzione, perché l’acqua in eccesso può far marcire il nostro verde, e quindi vanno subito eliminate le parti marce e svuotati i ristagni dai sottovasi. Una buona concimazione contribuisce infine a coccolare le nostre piante.

 

Rimedi naturali per le malattie delle piante

È consigliabile intervenire nell’orto, giardino e balcone, utilizzando dei trattamenti atossici e degli antiparassitari naturali per proteggere le piante. Lo spray al sapone di Marsiglia, il decotto all’aglio e l’olio di neem costituiscono, per esempio, dei rimedi per gli afidi e funzionano per molti altri insetti. Un infuso per attrarli può essere fatto con aceto di mele e miele da mettere in una bottiglia di plastica appesa alla pianta. Praticando un foro su questo recipiente, i parassiti, attirati dall’aroma, entrano nella bottiglia e non attaccano la pianta.

 

 

Foto di congerdesign da Pixabay