Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

10 segreti per una frittata perfetta

09-04-2019
cucina

La frittata, si sa, è spesso una vera e propria “salvezza” in cucina: quando non abbiamo tempo di cucinare, oppure quando vogliamo riciclare verdure o pasta avanzate. Eppure, anche un piatto così semplice ha i suoi segreti per essere realizzato al meglio. Oggi scopriamo i 10 trucchi per una frittata perfetta!

 

  1. Ingredienti freschi. Le verdure possono essere anche avanzate dalla cena precedente, ma le uova per la frittata devono essere assolutamente fresche!

  2. Non sbattere troppo le uova. Le uova per la frittata non devono essere montate! Basta solo amalgamare il tuorlo con l’albume, sbattendole delicatamente con una forchetta, ma senza realizzare un composto spumoso.

  3. La giusta quantità di uova. Calcoliamo due uova a persona per una frittata, ma non facciamone mai una con più di 8 uova, altrimenti avrebbe difficoltà a cuocere. Piuttosto, prepariamo due frittate distinte.

  4. La giusta padella. Calcolate una padella da 16 cm per 4 uova, una da 24 cm per 8 uova.

  5. Il composto per la frittata. Amalgamiamo alle uova gli altri ingredienti (verdure precedentemente cotte, formaggio a pezzetti, ecc.), insieme a poco sale e – se gradito – un po’ di parmigiano reggiano grattugiato – prima di versare il composto in padella.

  6. Padella ben calda. Versiamo sul fondo della padella un velo di olio extravergine di oliva, e riscaldiamola al massimo, in modo che il composto sfrigoli quando viene versato in padella. Quindi abbassiamo il fornello al minimo e lasciamo cuocere il primo lato dai 4 agli 8 minuti (a seconda della quantità di composto).

  7. Come girare la frittata? Ecco il momento più temuto: girare la frittata! L’importante è innanzitutto aver seguito i consigli su temperatura e tempo di cottura del primo lato. Adesso, solleviamo delicatamente la frittata con una spatola e poi, con l’aiuto di un piatto o di un coperchio, capovolgiamola e rimettiamola in padella.

  8. Quanto cuocere la frittata? La risposta è: il minimo indispensabile. Quella crosticina dorata che ci sembra tanto gustosa, in realtà è indice di una frittata troppo cotta e quindi troppo asciutta.

  9. Il latte nella frittata: sì o no? Il latte nella frittata la rende più gonfia e soffice. Se preferite una frittata più alta, aggiungete 2 cucchiai di latte e un cucchiaio raso di farina per 4 uova (questo vi aiuterà anche a non romperla).

  10. La frittata nel forno. Avete comunque paura di fare pasticci? Cuocete la vostra frittata in forno a 180° C per 20 minuti. Non dovrete temere che la cottura non sia omogenea o che la frittata si rompa.

 

 

 

 

 

 

 

Foto di Nemoel Nemo da Pixabay