Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Bambini: attività da fare a casa

21-03-2020
bambini

Le scuole sono chiuse, l’invito per il bene di tutti è quello di restare a casa… ma è comprensibile che questo sacrificio sia particolarmente difficile per i bambini, disorientati da una situazione straordinaria di cui comunque percepiscono la gravità, e pur sempre bisognosi di giochi e di svago.

Ecco dunque qualche idea per passare il tempo con i bambini senza uscire di casa… con giochi e non solo!

 

Bambini a casa: l’importanza del calendario

Se non lo avete già fatto, fatelo subito: lo stare a casa, magari con i genitori che non vanno al lavoro, disorienta i bambini e sconvolge i loro ritmi, tanto che potrebbero dirvi di non sapere più che giorno è. In questo caso, è abbastanza facile rimediare: prepariamo per ogni giorno della settimana una tabella colorata, con tanto di orari che scandiscono le varie attività: il gioco, il ripasso delle lezioni scolastiche, cucinare insieme…

 

Bambini a casa: cucinare insieme

Impastare, versare, mescolare, “pasticciare”… tutte attività divertenti! Se chiederete ai vostri bambini di cucinare insieme, difficilmente si tireranno indietro! Preferiamo naturalmente ricette facili, che – a seconda dell’età – non prevedano l’uso di strumenti taglienti o pericolosi e teniamo sempre d’occhio i fornelli e le pentole roventi. Preparare i dolci o la pizza va benissimo, proprio perché consente di mescolare e impastare in tutta sicurezza.

E poi fare un dolce o la pizza può essere anche un utile… ripasso di matematica! Per esempio, e sempre in base alle nozioni del bambino, se la ricetta prevede di usare 100 grammi di zucchero e 300 di farina, possiamo far notare come la farina sia tre volte lo zucchero, quindi lo zucchero è 1/3 della farina. Anche il travaso di ingredienti liquidi come il latte e l’acqua può essere utile (oltre che divertente!), con i bambini più piccoli, per familiarizzare con il concetto delle quantità: prendiamo una stessa quantità d’acqua e mettiamola una volta in un bicchiere alto e stretto, e un’altra volta in un bicchiere largo. Istintivamente i bambini più piccoli, osservando il livello dell’acqua, diranno che ce n’è di più nel bicchiere alto… divertiamoci insieme a capire invece che la quantità d’acqua è sempre la stessa, e ciò che appare dipende solo dalla forma del recipiente!

 

Bambini a casa: idee per giocare

Non solo la noia è in agguato per i più piccoli, ma anche la preoccupazione per una situazione di cui avvertono l’eccezionalità e la gravità. Pur dovendo spiegare loro cosa succede, e soprattutto l’importanza delle regole da seguire, cerchiamo comunque di rendere il tutto più giocoso possibile. Anche lavarsi le mani può essere un gioco: scegliamo una canzoncina che duri almeno un minuto… Non si potrà smettere di lavarsi le mani fino a che non è finita la canzoncina! Se dobbiamo accudire più bambini, magari cuginetti che per esigenze familiari devono passare del tempo insieme, escogitiamo con loro giochi che non prevedano contatti troppo ravvicinati. In giardino, per chi ha questa fortuna, i quattro cantoni o il nascondino. In casa, possiamo organizzare una caccia al tesoro (ovviamente con la regola che non si può cercare in due nello stesso posto), oppure giochi da tavolo come la tombola (utile anche per ricordare i numeri!) che non richiedono di stare vicini. E alla fine della giornata avremo aggiunto un po’ di colore al nostro arcobaleno che ci dice #andràtuttobene...

 

 

 

 

Foto di Maciej Szewczyk da Pixabay