Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Estate: attenzione ai forasacchi!

07-07-2019
animali domestici

Uno dei “nemici” delle passeggiate estive nei giardini o in campagna con i cani sono i cosiddetti “forasacchi”. Si tratta, dal punto di vista botanico, delle ariste (come piccole spighe) di graminacee selvatiche, che hanno sviluppato una particolare forma a rostro proprio per rimanere più facilmente attaccate al pelo degli animali e quindi diffondere i semi della pianta.

Più comunemente, i forasacchi possono infilarsi nelle vie aeree del cane (attraverso il naso, oppure, più raramente, anche in gola), negli orecchi o negli interstizi fra le dita, dove la pelle è più delicata. I forasacchi, se non prontamente eliminati, possono diventare causa di gravi infezioni e sanguinamenti, potenzialmente letali per l’animale.

Anche i gatti non sono del tutto al riparo da questa minaccia, anche se, per la conformazione delle loro vie aeree, è molto difficile per esempio che un forasacco entri nel naso.

Come evitare i forasacchi, dunque? La soluzione è una sola: evitare le passeggiate con il cane nell’erba alta, e comunque ispezionare sempre l’animale dopo ogni passeggiata.

 

Come riconoscere se il cane ha un forasacco?

Tutto dipende dal punto in cui il forasacco si è fermato:

  • forasacco in un orecchio: il cane scuote ripetutamente la testa e si gratta con la zampa;

  • forasacco nel naso: il cane starnutisce molto, talvolta – se l’irritazione aumenta – anche con sangue;

  • forasacco in gola o nelle vie aeree profonde: la tosse è il sintomo principale, anche accompagnata da sangue;

  • forasacco fra le dita: il cane mostra fastidio alla zampa, tende a non poggiarla a terra e si lecca in continuazione;

  • forasacco in un occhio: l’occhio è arrossato, gonfio e lacrimante. Se il forasacco è piccolo e penetra sotto la palpebra, può non essere affatto visibile a un primo esame esterno.

 

Spesso è difficile, se non impossibile, estrarre il forasacco da soli. Per questo, quando sospettiamo che il nostro cane abbia un forasacco, è necessario andare subito dal veterinario che, nella migliore delle ipotesi (e se il cane è di indole mite) potrà estrarre il forasacco con una semplice anestesia locale e con gli strumenti appositi. Diversamente, specialmente per i forasacchi nelle vie aeree, sarà necessario un intervento in anestesia totale.

 

 

 

 

 

Foto di Pexels da Pixabay