Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Frutta e verdura: i migliori amici dei bambini

04-02-2020
cucina; bambini

Siete tra quelle mamme che ogni giorno si destreggiano tra aeroplanini di banane e barchette di mela? O vi riconoscete di più nel papà che alla sera si trasforma in pirata per far terminare quel piatto di pisellini che proprio non vogliono andare giù?

È cosa abbastanza nota che i bambini non siano così propensi a mangiare frutta e verdura in quelle due porzioni che sono consigliate per una dieta equilibrata ed una corretta crescita. Ovviamente, ciascun bambino ha le sue preferenze, e ci sono anche genitori fortunati che non si devono confrontare con questi piccoli problemi quotidiani.

 

Verdure… creative per bambini!

Per tutti gli altri, forse la maggioranza, occorre invece armarsi di tanta fantasia e molta pazienza. In alcuni casi bastano davvero alcuni piccoli trucchi per ovviare al problema, come ad esempio giocare con le forme ed i colori degli ortaggi.

Le carote, ad esempio, possono facilmente diventare dei cuoricini: basta incidere una V per la loro lunghezza nella parte superiore e rifilarle a forma di punta in quella inferiore. Ricavatene poi delle piccole rondelle e cuocetele normalmente, al vapore o bollite: avrete ottenuto così un piatto che certamente incuriosirà i vostri piccoli.

Oppure, usate dei piselli per fare un piccolo bruco nel piatto: basta allineare un po’ di pisellini uno accanto all’altro, usare qualche goccio di maionese per fare i piedini e gli occhi, completare con due ciuffi di erba cipollina come antenne ed il gioco è fatto!

Un’altra figura semplice da comporre sono i fiori. Se avete una polpettina di carne o del formaggio tagliato a rondelle, usateli per la parte centrale, mentre per fare i petali vanno bene varie verdure, come, ad esempio, delle rondelle di zucchina o degli spicchi di pomodoro. Basta rifinire con uno stelo di prezzemolo a fare da gambo e del basilico come foglie e in pochi minuti il piatto acquisterà tutto un altro colore. Infine, non dimenticatevi del sole: usate del formaggio o anche una frittata tagliata a forma rotonda e completate con delle julienne di carote per fare i raggi.

 

Idee per far mangiare la frutta ai bambini

Arrivati in fondo al pasto, l’ultimo scoglio da superare è la porzione di frutta: anche in questo caso, bastano pochi piccoli gesti per rendere anche il più banale frutto un simpatico giocattolo. Ad esempio, una semplice banana si può trasformare in un aeroplanino: basta dividerla a metà per la lunghezza e tagliare in due una delle due parti: la parte ancora rotonda sarà la carlinga, mentre le due metà le ali. Un’arancia diventa in poche mosse un sole: prima pelatela al vivo, poi ricavatene una fetta spessa e con la buccia ricavate dei triangolini da usare come raggi. Una pera si trasforma facilmente in un topolino: tagliatela a metà, sbucciatela e privatela del torsolo. Poi, adagiatela in un piatto e disegnate gli occhi, il nasino e la coda del topino con una crema al cioccolato. Una mela e una fragola sono invece delle piccole barchette: tagliate la mela a spicchi e ricavatene delle fette fini; tagliate la fragola in 4 spicchi e ricavate delle fette triangolari. Mettete quindi in un piatto le fette di mela in basso e guarnitele con i triangoli di fragola, come a formare una vela.

Alla fine, le regole sono semplici: usate la vostra fantasia, giocate con i colori degli ortaggi e coinvolgete i vostri bambini nella realizzazione del loro piatto. Vedrete che pian piano impareranno ad amare la frutta e la verdura!

 

 

 

Foto di Manfred Kronhuber da Pixabay