Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Il mio primo acquario: consigli utili

10-01-2020
animali domestici

Chiunque abbia osservato un acquario conosce bene la sensazione di puro incanto di fronte ai movimenti delicati e silenziosi dei pesci, spesso sfavillanti di colori. Ma se avete voglia di allestire un acquario tutto vostro, sarà indispensabile seguire alcune fondamentali regole. E… la prima regola per allestire un acquario è proprio quella di non avere fretta: come spiegheremo fra poco, infatti, occorre circa un mese perché un acquario nuovo, seppur allestito alla perfezione, diventi “abitabile” per i pesci. La seconda regola, per chi non ha esperienza di acquari, è quella di orientarsi su un acquario di acqua dolce, molto più facile da gestire rispetto a uno marino. Ma andiamo con ordine.

 

Scegliere l’acquario

La scelta dell’acquario (e quindi, in prospettiva, di quali e quanti pesci potremo ospitarvi) dipende innanzitutto dallo spazio a disposizione. Serve un angolo della stanza non colpito direttamente dai raggi del sole (altrimenti le alghe prolifererebbero) ma anche non sempre in penombra, né tantomeno vicino a un calorifero o a un condizionatore. L’alternativa è quella di installare un sistema di illuminazione apposito, dotato di timer. Anche il mobile su cui lo poserete ha la sua importanza, perché una vasca piena d’acqua è molto pesante.

L’ideale, soprattutto se siete principianti dell’acquario, è acquistare un acquario già dotato di tutto il necessario per “funzionare”: filtro dell’acqua, riscaldamento, illuminazione, mobiletto su cui poggiarlo. In questo modo andrete sul sicuro.

 

Come allestire il primo acquario

Cominciamo… dal fondo. Esistono vari tipi di ghiaia per acquario. L’ideale è sceglierne un tipo abbastanza fine, che consenta il passaggio dell’ossigeno. Se intendete aggiungere delle piante acquatiche, servirà un ghiaietto fertilizzato oppure un apposito terriccio per piante da acquario. Non devono mancare poi gli “arredi”: l’aspetto esteriore dipenderà dal vostro gusto personale, però devono essere in grado di offrire ai pesci degli spazi facilmente accessibili in cui “nascondersi”.

Una volta riempito d’acqua (potete acquistare l’acqua per l’acquario direttamente al pet shop oppure usare quella del rubinetto, ma solo se possedete un impianto di depurazione oppure se installate sull’acquario un condizionatore d’acqua), i filtri necessitano di un tempo di “maturazione” per rendere l’ambiente vivibile per i pesci: per essere sicuri, aspettate 4 settimane prima di inserire i pesci (ma potrete nel frattempo mettere a dimora le piante da acquario).

 

Come scegliere i pesci per l’acquario

Un errore che possono fare i principianti è quello di lasciarsi incantare dai colori sgargianti e iridescenti dei pesciolini… Ma un acquario è un piccolo ecosistema, quindi non tutte le specie di pesci possono convivere e non tutte hanno le stesse esigenze di cibo, temperatura, ecc. In questo, sarà indispensabile il consiglio del rivenditore per capire quali specie possono stare bene insieme in base alle dimensioni dell’acquario e… ai vostri gusti personali.

E adesso che è tutto pronto, godetevi la compagnia colorata e silenziosa dei vostri nuovi amici!

 

 

 

Foto di Kullerkeks da Pixabay