Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Il pomodoro è servito!

08-06-2020
cucina

Diciamo la verità: l’estate, senza i pomodori, non sarebbe la stessa. Per quale motivo? Semplice: questo ortaggio, che nei mesi più caldi dell’anno raggiunge il massimo della maturazione e del gusto, è indispensabile per preparare tante ricette leggere e genuine.

Crudo, cotto ma anche secco o passato: il pomodoro - di cui la natura ci regala numerose varietà - si presta infatti a preparazioni e utilizzi diversi.

Arrivato in Europa dopo la scoperta dell’America e coltivato inizialmente soltanto come pianta ornamentale perché ritenuto velenoso, è poi diventato rapidamente uno degli ortaggi più diffusi in Italia.

Quante volte, del resto, continua a “salvarci” quando la nostra creatività in cucina viene meno? Per arricchire un’insalata, preparare un sugo con cui condire un buon piatto di pasta o la pizza nonché sulle bruschette o come base per portare in tavola una sana caprese: le idee di certo non mancano!

 

Pomodoro: tutta salute

Tra i protagonisti della dieta mediterranea, il pomodoro è una vera e propria fonte di benessere: è ricco di acqua e povero di calorie e contiene anche elevate quantità di vitamine (soprattutto A, B, C e D) e sali minerali (come ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio). Tutte queste sostanze nutritive rappresentano importanti proprietà benefiche per l’organismo, prima fra tutte quella diuretica: il “re” degli ortaggi estivi è un ottimo rinfrescante e depurativo, utile a eliminare le scorie in eccesso.

Esso, inoltre, stimola la digestione, combatte la ritenzione idrica e la stanchezza, favorisce la salute delle ossa e previene l’invecchiamento della pelle. Rappresenta, infine, un prezioso alleato contro il caldo e - grazie soprattutto al licopene in esso contenuto - svolge un’importante funzione antiossidante.

 

Varietà di pomodoro

La natura ci offre numerose varietà di pomodoro, ognuna con le proprie caratteristiche e adatta per la realizzazione di ricette diverse. Una delle più famose è senza dubbio il Camone, di provenienza sarda, caratterizzato da un sapore lievemente aspro e ottimo da mangiare crudo, condito con un filo di olio, sale e pepe. Maggiormente utilizzato nelle insalate, invece, è il Cuore di bue dal gusto aromatico e con pochi semi. E se si volesse preparare una salsa fresca e veloce? Semplice: basta procurarsi dei pomodori Pachini, dalla polpa morbida e dalla buccia croccante e lucente. Adatto alla realizzazione di pelati e conserve, infine, il San Marzano, famoso per la sua forma allungata.

 

Trattamenti di bellezza con il pomodoro

Il pomodoro è molto utilizzato anche nella cosmesi: la sua polpa, in particolare, è un prezioso ingrediente base per la preparazione di maschere nutrienti e rassodanti, facili da realizzare anche a casa. Essa, inoltre, rappresenta un utile rimedio per combattere i brufoli e, se unita ad alcuni cucchiai di olio di oliva, serve a lenire il rossore della pelle a lungo esposta al sole favorendo, al contempo, il mantenimento dell’abbronzatura.

 

La ricetta: pappa col pomodoro

Tempo di cottura: 60 minuti

Difficoltà *

Costo *

Ingredienti: 500 g di pane toscano, 700 g di pomodori perini maturi, 3 spicchi di aglio, 1 cipolla, 8 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 l di brodo vegetale, 1 rametto di basilico, sale e pepe q.b.

 

Fate appassire la cipolla, affettata finemente, con l’aglio e 6 cucchiai di olio extravergine di oliva, per 10 minuti a fuoco lento.

Sbollentate rapidamente i pomodori perini, privateli della pellicina ed eliminate tutti i semi, strizzateli bene, tritateli, quindi aggiungeteli al soffritto; unite anche il basilico, dopo averlo lavato, e fate cuocere per 20 minuti alzando leggermente la fiamma.

Affettate il pane, fatelo abbrustolire leggermente per 5 minuti in forno a 200°C e aggiungetelo alla salsa; unite anche il brodo vegetale e fate cuocere per altri 20 minuti.

Eliminate gli spicchi di aglio e il rametto di basilico, salate, incoperchiate e lasciate riposare per 10 minuti. Servite la zuppa nelle fondine individuali, condita con pepe macinato al momento e l’olio rimasto.

 

Foto di Mauro Borghesi da Pixabay