Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

In forma con l’acquafitness

06-06-2019
bellezza e benessere

La ginnastica in acqua è considerata, tra le varie attività di fitness, una delle più divertenti e utili dal punto di vista fisico. Lavorando in acqua, infatti,mettiamo in moto tutte le parti del nostro corpo, tenendole in costante allenamento senza fare (apparentemente) troppa fatica. Le dolci onde della piscina, inoltre, massaggiano continuamente la nostra pelle, contribuendo al suo rassodamento e donandole un aspetto più compatto e levigato.

Oggi è possibile seguire diversi corsi di acquafitness, tenuti da istruttori che insegnano ai partecipanti attività da svolgere in gruppo: una bella occasione, dunque, anche per socializzare e allenarsi in compagnia!

 

I vantaggi della ginnastica in acqua

I benefici della ginnastica acquatica sono molteplici: il principale riguarda senza dubbio la riduzione delle pressioni articolari, senza dimenticare il fatto che si evitano sforzi per la schiena nonché la mancanza di movimenti bruschi che possono provocare qualche trauma.

L’acqua, inoltre, contrappone una forte resistenza alle nostre azioni rendendo così l’allenamento più intenso e proficuo dal punto di vista muscolare. Muoversi in acqua, inoltre, riattiva la circolazione sanguigna e contrasta la cellulite; aiuta a bruciare grassi e calorie ed è un valido aiuto per la cura dell’artrosi.

 

Acquafitness: adatta a tutti

Questo tipo di disciplina, quindi, non presenta particolari controindicazioni ed è davvero adatta a tutti, anche a chi non è molto allenato o ai meno giovani. A trarne giovamento possono essere, ad esempio, le persone in sovrappeso e le donne in gravidanza, che in acqua si muovono con maggiore agilità senza affaticare le articolazioni. Questi corsi sono consigliati, inoltre, agli anziani

o a coloro che necessitano di fare riabilitazione, grazie all’opportunità di svolgere esercizi dalla tecnica più dolce.

 

Acquagym, acquawalking e...

Tra le varie discipline da svolgere in piscina, la più diffusa e longeva è sicuramente l’acquagym che consiste nel praticare una serie di esercizi aerobici su una base musicale.

Esistono, poi, l’acquawalking – che, sempre a ritmo di musica, prevede una camminata su un tappeto, allenando soprattutto gambe e glutei – e la sua versione più faticosa: il pool sprint (la corsa da una parte all’altra della piscina indossando scarpe da jogging).

Chi ama sperimentare nuovi corsi, infine, può scegliere l’acquaspinning e pedalare su una bici acquatica immersa nell’acqua oppure l’acquastep che – grazie alle coreografie da compiere, salendo e scendendo dal gradino – tonifica i muscoli e la coordinazione.

 

 

 

Foto di Pexels da Pixabay