Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

La carica degli spinaci

22-04-2019
cucina

Per gustosi primi piatti, saporiti antipasti o semplice contorno: sono davvero tanti i modi di usare gli spinaci in cucina. Questi preziosi ortaggi dalle grandi proprietà nutritive hanno alle spalle una lunga storia: arrivati in Europa nel lontano 1200 grazie alle popolazioni arabe, gli spinaci hanno affascinato fin da subito i nostri antenati, rapiti dal loro sapore e dalle loro innumerevoli proprietà.

Gli spinaci, in particolare, vengono considerati un’importante fonte di ferro, ideali per regalare al nostro organismo un po’ di energia per affrontare al meglio gli impegni della giornata. Una fama di cibo energetico alimentata, a partire dal 1929, dal suo testimonial più famoso: parliamo ovviamente di Braccio di ferro, mangiatore di spinaci per eccellenza, dai quali trae sempre forza e vigore in un battibaleno. Non solo ferro, però! Gli spinaci contengono anche altre sostanze piuttosto utili per il nostro benessere fisico. Sono innanzitutto ricchi di vitamine A e C nonché di carotenoidi che, con le loro proprietà antiossidanti, contribuiscono alla salute degli occhi e alla prevenzione di malattie legate alle coronarie, ma sono anche un valido aiuto contro l’anemia. Degno di nota anche il loro contenuto di fibre e minerali, indispensabili per la regolarità intestinale.

 

Come cuocere gli spinaci

Per godere pienamente di tutti questi benefici, bisognerebbe mangiare gli spinaci crudi (o cotti in pochissima acqua), ancora meglio se in insalata e conditi con olio e limone. Una volta lessati, infatti, essi perderebbero quasi la metà delle proprietà nutritive: un trucco per mantenerne il più possibile potrebbe essere quello di cuocere gli spinaci a vapore, immergendoli nell’acqua utilizzata per l’ultimo lavaggio utile alla loro pulizia (nel caso di spinaci freschi). Per chi preferisce una cottura più rapida e pratica, comunque, esistono anche gli spinaci congelati in cubetti.

 

Ricette con gli spinaci

Ma come trasformare un ortaggio nel protagonista di piatti buoni e saporiti? Decidere di cucinare gli spinaci è senza dubbio una scelta vincente, perché consentono di cimentarsi nella preparazione delle ricette più fantasiose: dalla pasta ripiena (pensiamo, ad esempio, alle lasagne con salmone e spinaci ai cannelloni con la ricotta) ai risotti, senza dimenticare un’ottima torta salata agli spinaci.

 

La ricetta: rotolo di spinaci e ricotta

Tempo di cottura: 40 minuti
Difficoltà **
Costo *

Ingredienti (per 4 persone): 300 g di spinaci già puliti, 5 uova, 100 g di parmigiano reggiano grattugiato, 250 g di ricotta fresca, 40 g di pomodori semisecchi, 40 g di pinoli, 1 cucchiaino di aceto balsamico, noce moscata, sale e pepe.

 

Lavate gli spinaci, sgocciolateli e metteteli in una padella con la sola acqua rimasta dal lavaggio e un pizzico di sale. Fateli saltare a fuoco medio, finché saranno asciutti e quasi appassiti. Lasciateli raffreddare, poi tritateli finemente.
Sgusciate le uova, separando i tuorli. Sbattete questi ultimi con 70 g di parmigiano reggiano, l’aceto, una macinata di pepe, un pizzico di sale e uno di noce moscata. Unite gli spinaci, quindi gli albumi montati a neve fermissima con un pizzico di sale. Mescolate il composto sollevandolo dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi.
Foderate con un foglio di carta da forno una teglia a bordi bassi di 23x32 cm, versatevi il composto preparato e livellatelo con una spatola, in modo da ottenere un rettangolo di spessore uniforme. Cuocetelo in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti o finché risulterà rappreso, ma ancora morbido.
Cospargete un altro foglio di carta da forno con il parmigiano reggiano rimasto, rovesciatevi sopra il composto di spinaci tolto dal forno, copritelo con un secondo foglio di carta e lasciatelo raffreddare. Quindi eliminate il foglio di carta posto sulla superficie, spalmate il rettangolo con la ricotta prima lavorata a crema, cospargete con i pomodori tagliuzzati e i pinoli tritati grossolanamente. Arrotolate il tutto su se stesso, aiutandovi con il foglio di carta. Trasferite il rotolo in un piatto da portata e servitelo tagliato a fette.

 

 

 

 

 

Foto di Aline Ponce da Pixabay