Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Marzo: la primavera in casa e in giardino

04-03-2020
casa e giardino

È primavera, svegliatevi bambine, che le vostre piante, sia in casa sia sul balcone e in giardino, stanno per tornare a nuova vita. Quali sono i lavori di giardinaggio da fare a marzo per farle essere ancora più belle?

 

Marzo: piante d’appartamento e Stella di Natale

Cominciamo dalle piante d’appartamento e dalla Stella di Natale, con la speranza che sia ancora viva dopo le feste: in questo caso, non datele troppa acqua, e potete potarla in modo che il prossimo anno rifiorisca, lasciandole solo 3 o 4 rami di 10 centimetri. Se avete la Sanseveria è il momento giusto per dividerla e moltiplicarla, togliendo i nuovi getti alla base. Le piante che da qualche anno sono nel solito vaso, vanno rinvasate in vasi più grandi di almeno 4 centimetri di diametro, ovvero se avete un Ficus nel vaso di 24, mettetelo in uno di almeno 28 o 30 centimetri: ogni tanto fa bene rinnovare il terriccio. Non dimenticatevi di fare uno strato drenante sul fondo, con sassi piccoli e argilla espansa. Le giornate si stanno allungando, aumentano le temperature, e pian piano dovrete aumentare la frequenza delle innaffiature, tranne che per le piante grasse, che ancora non ne necessitano.

 

Lavori di marzo in giardino

Il lavoro del giardiniere, anche se fatto a casa in modo amatoriale, è un lavoro di pazienza, ricordatevelo, ed esulterete sempre davanti a un bucaneve in fiore! Avete un laghetto in giardino? Svelti che la primavera sta arrivando e le piante acquatiche si stanno svegliando! Emergono i fiori della Primula Denticulata, dovete pulire i bordi e rimuovere alcune foglie rimaste nell’acqua. E in giardino quali arbusti si possono potare in marzo? La pianta delle farfalle, chiamata Buddleja, avrà bisogno di essere rinnovata, togliendo qualche ramo vecchio; stesso lavoro va fatto alle ortensie, ricordandovi che non si tagliano mai i rami quasi raso terra, altrimenti non fiorirà, si deve cercare di lasciare sempre i rami giovani e quelli con le foglie apicali. E naturalmente è il momento delle rose, che non sono tutte uguali: ogni varietà, da quella antica a quella rifiorente, si pota in modo diverso, fatevelo spiegare dal vostro vivaista di fiducia.

Rimanendo in tema rose, questo è il mese perfetto per piantare le rose a radice nuda; e oltre alle rose, si possono piantare gli alberi, ricordandovi di stare almeno a cinque metri di distanza dalla vostra casa e dal confine dei vicini. E sapete che potete moltiplicare il salice? Tagliate i rami più piccoli e metteteli in un contenitore pieno d’acqua fino a che non si saranno formate le radici.

È anche il momento adatto per concimare, e come prima cosa dovrete zappare il terreno intorno ad alberi e arbusti, togliere le erbacce infestanti, cercando di levarle con le loro radici, quindi provvederete a dare del concime organico. E dopo tutto questo, dedichiamoci al prato: l’arieggiatura fatta con l’apposita macchina, che è possibile anche noleggiare, vi aiuterà a rimuovere il muschio, in modo da mettere poi nuovi semi e a dare nuova vita all’erba.

Sul balcone e in terrazza, infine, potete piantare i gigli in vasi grandi e profondi e ben drenati.

Siete ancora lì con le mani in mano? Forza che è il momento di mettersi all’opera: buon lavoro a tutti!

 

 

 

Foto di Selling of my photos with StockAgencies is not permitted da Pixabay