Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Pancia gonfia addio!

12-06-2020
bellezza e benessere

Ci prepariamo a tornare al mare, o in piscina ma, oltre alla prova costume che preoccupa chi ha messo su qualche chilo di troppo, c’è una spiacevole condizione che può riguardare anche chi è perfettamente snello: la pancia gonfia.

 

Pancia gonfia: le cause

Se non si soffre di intolleranze alimentari (come per esempio la celiachia) o di altre patologie infiammatorie dell’intestino, molto spesso le cause del gonfiore addominale sono da ricercarsi in errate abitudini alimentari.

Il primo errore è quello di mangiare in fretta e masticare poco, magari a bocca aperta, il che favorisce l’accumulo di aria nell’intestino. Inoltre, i cibi che fermentano nell’intestino contribuiscono a far gonfiare la pancia; fra i cibi che gonfiano la pancia troviamo i cibi molto grassi, i prodotti lievitati, l’alcol, ma anche cibi “buoni”, ricchi di fibre, come le verdure e i legumi, che non dobbiamo assolutamente eliminare dalla dieta, ma che vanno consumati consapevolmente (per esempio, preferendo sempre verdure cotte al vapore o alla griglia anziché in umido con un condimento troppo ricco).

Un altro problema che può essere all’origine della pancia gonfia è il cattivo stato della flora batterica intestinale, con il proliferare di batteri “cattivi” a scapito di quelli “buoni”. Anche la sindrome premestruale può causare gonfiore addominale e stitichezza nei giorni immediatamente precedenti al ciclo: in questo caso, però, una volta finito il ciclo tutto torna alla normalità.

Avreste mai pensato, infine, che la pancia gonfia può dipendere dallo stress? Soprattutto per le donne, ma in generale per tutte le persone che tendono a somatizzare lo stress, l’ansia e le tensioni della vita quotidiana, la pancia gonfia può essere sintomo di un malessere psicologico (che si riflette poi sulla digestione e sul metabolismo).

 

Pancia gonfia: rimedi naturali

Il primo rimedio per sgonfiare la pancia consiste innanzitutto nel modificare le nostre abitudini alimentari, limitando le quantità, evitando bevande gassate o alcoliche, prodotti lievitati (per quanto possibile) e assumendo una quantità equilibrata di fibre. Possibilmente evitiamo di mangiare frutta zuccherina a fine pasto, in quanto favorisce la fermentazione degli alimenti.

Se la pancia gonfia è dovuta a uno squilibro nella flora batterica intestinale, si consiglia di consumare latticini come yogurt e kefir, ricchi di fermenti lattici, oppure appositi integratori a base di fermenti lattici e probiotici.

Alcuni vegetali e spezie, inoltre, sono dei formidabili rimedi naturali per la pancia gonfia:

  • il finocchio, da consumare sotto forma di tisana o decotto (potete anche portarlo con voi in una bottiglietta durante il giorno), che previene il gonfiore;

  • lo zenzero, anch’esso sotto forma di tisana oppure, se il suo gusto fra il piccante e l’acidulo vi è gradito, anche in aggiunta a insalate o zuppe, tagliato a fettine sottilissime;

  • la cannella, che riduce il gas intestinale e combatte la stitichezza;

  • il carbone vegetale, da assumere sempre con molta acqua e rispettando le dosi consigliate, è un valido aiuto per impedire la fermentazione a livello intestinale.

 

Per combattere la pancia gonfia, infine, ricordiamo tre piccole ma importanti buone abitudini:

  • bere molta acqua, circa due litri al giorno, non gassata;

  • masticare bene il cibo durante i pasti;

  • fare più movimento possibile, magari andando a piedi o in bicicletta laddove normalmente useremmo l’auto o lo scooter.

 

 

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay