Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Pietra refrattaria per una pizza doc

18-06-2020
cucina

La primavera passata in casa ci ha visti tutti provetti cuochi, fornai e pizzaioli: abbiamo imparato a fare dolci, pane, come usare il lievito madre… Ma per una pizza perfetta fatta in casa manca ancora un “ingrediente”: si tratta della pietra refrattaria.

 

Cos’è la pietra refrattaria?

Il bello della pietra refrattaria è che per cuocere una pizza perfetta non è necessario un forno professionale, né tantomeno un forno da pizza in giardino. Basta semplicemente procurarsi – nei negozi di casalinghi ben forniti – una lastra di pietra refrattaria. La pietra refrattaria, come dice il nome stesso, è una lastra di materiale (come l’argilla) in grado di resistere alle alte temperature, assorbendo l’umidità e mantenendo costante la temperatura del forno: questi tre requisiti insieme sono il presupposto di un prodotto da forno (pizza, pane, ecc.) soffice e cotto al punto giusto.

Insomma: la pietra refrattaria è in grado di trasformare il nostro forno di casa – elettrico o a gas – in un forno da pizzaioli “professionisti”!

 

Come si usa la pietra refrattaria

Se avete appena acquistato la vostra pietra refrattaria, lavatela con un panno umido e lasciatela asciugare alla perfezione prima di utilizzarla.

Al momento dell’utilizzo, mettete la pietra refrattaria nel forno ancora freddo a un livello basso o medio, e portate la temperatura fino a 230-250° C per 30 minuti (per un risultato ottimale, saranno necessari più esperimenti visto che nessun forno è uguale all’altro). Non mettete mai la pietra refrattaria nel forno caldo, perché rischierebbe facilmente di rompersi!

A questo punto, possibilmente servendovi di una pala per pizza (che spesso è compresa nella confezione di acquisto della pietra refrattaria) adagiate la vostra pizza già farcita, oppure il pane o i panini, direttamente sulla superficie della pietra. Un altro vantaggio della pietra refrattaria è quello di essere antiaderente: non andrà quindi oliata, permettendo una cottura più leggera!

Se dovete cuocere più pizze, attendete una decina di minuti fra l’una e l’altra (sempre con il forno acceso) per lasciare che la pietra refrattaria torni alla temperatura ottimale.

Dopo l’uso, lasciate che la pietra refrattaria si raffreddi completamente, quindi pulitela con un panno bagnato (la pala per pizza, se in legno, andrà invece pulita soltanto con un panno asciutto).

 

 

 

 

Foto di Lars Beulke da Pixabay