Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Primavera sulla pelle

23-04-2020
bellezza e benessere

Ogni anno, la primavera stimola la nostra voglia di freschezza: a tavola, nell’abbigliamento e, ancora di più, nel nostro organismo e sulla nostra pelle.

Naturalmente è importante prendersi cura della pelle in ogni periodo dell’anno, ma ogni volta immancabilmente la primavera ci spinge come per magia a provare qualcosa di nuovo: cominciamo allora innanzitutto a depurare il viso due volte la settimana con uno scrub che porti via il “grigiore” dell’inverno, fatto di residui di smog, sebo e cellule morte. Possiamo scegliere un buon prodotto di profumeria, oppure realizzare il nostro scrub fai da te alle fragole, rigorosamente di stagione, mescolando in una ciotola due cucchiai di miele, due cucchiai di zucchero di canna (passato al mixer per un minuto) e la polpa di due o tre fragole (a seconda delle dimensioni) schiacciata con una forchetta.

Per far aprire i pori e pulire la pelle, teniamo un asciugamano caldo sul viso per un paio di minuti, quindi applichiamo la nostra maschera purificante alle fragole e lasciamo agire per 10-15 minuti. Infine, massaggiamo delicatamente insistendo soprattutto sulla zona “T” (mento, naso e fronte) e risciacquiamo con acqua tiepida: la pelle apparirà fin da subito più luminosa e levigata.

 

Come proteggere la pelle dal sole

La primavera è anche il momento in cui i raggi del sole cominciano a scaldare più intensamente, quindi dovremo fin da subito proteggere il viso con una crema che fornisca anche una protezione solare e una maggiore quantità di sostanze idratanti (perché la pelle non si secchi con l’aumentare della temperatura).

Ma l’idratazione della pelle, oltre che da un buon prodotto cosmetico, dipende anche dalla nostra alimentazione. Cerchiamo innanzitutto di bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale ogni giorno o, in alternativa, tisane non zuccherate: sono perfette quelle di malva o finocchio, che con il loro effetto depurativo sull’apparato gastrointestinale indirettamente aiutano anche la pelle, che sarà meno soggetta alla comparsa di brufoli o arrossamenti.

A tavola, infine, non facciamoci mai mancare un bel piatto di insalata mista, arricchita con un cucchiaio di semi di lino tritati (ricchi di acidi grassi Omega 3, indispensabili per una pelle sana) e per gli spuntini privilegiamo un frutto come la mela o le fragole.

 

Pelle… di seta

“Aprile dolce dormire”, recita il proverbio. Eppure, non solo in aprile, il benessere della nostra pelle passa anche attraverso il sonno. Ed ecco che un aiuto per la bellezza della pelle e dei capelli può venire anche dall’uso di… federe di seta! La seta, infatti, aiuta a mantenere la naturale idratazione anche della pelle più delicata, senza che si formino sul viso le cosiddette “pieghe del sonno”. Inoltre la seta è naturalmente ipoallergenica e resistente agli acari della polvere (che possono causare irritazioni) e preserva anche la lucentezza dei capelli, perché non si verifica quell’attrito che, con le federe di cotone, crea spesso al mattino uno sgradevole “effetto crespo”.

 

Foto di Igor Link da Pixabay