Ogni chicco… un’idea!

Pubblicato il 19 February, 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Siamo abituati a gustarlo in profumati risotti, oppure ad addentare morbidi arancini o dolcissime frittelle: eppure il riso non è soltanto un ingrediente di buonissime ricette, ma anche un valido “amico” in casa o per la bellezza. Oggi scopriremo alcuni usi del riso che forse non avevamo mai immaginato.


10 usi alternativi del riso

  1. Per pulire i recipienti: il riso è ideale per pulire bottiglie o vasi dal collo stretto, nei quali non è possibile infilare la mano. Versate una manciata di chicchi di riso (o più, a seconda delle dimensioni) nel recipiente, aggiungete acqua calda ed eventualmente un prodotto liquido sgrassante, coprite l’apertura e scuotete energicamente: il riso riuscirà a staccare anche i piccoli residui di sporco (la terra in un vaso, il fondo dell’olio, ecc.).
  2. Per assorbire l’umidità: l’esempio classico è il riso nella saliera, per evitare che il sale si inumidisca e si rapprenda. Ma il riso è anche un’ottima soluzione per assorbire l’umidità che si accumula sul fondo dei pirottini quando si preparano dolci come i muffin: basterà mettere uno strato di riso sul fondo dello stampo per muffin, prima di adagiarvi i pirottini con il composto.
  3. Per proteggere dalla ruggine. Assorbendo l’umidità, una ciotola di riso in cassetti o contenitori in cui riponiamo oggetti metallici è utile anche per preservarli dalla ruggine.
  4. Per far maturare la frutta. Se la frutta che avete vi sembra troppo acerba, mettetela in un sacchetto di carta con qualche manciata di chicchi di riso: questo accelererà la maturazione.
  5. Per assorbire gli odori. Se avete barattoli che hanno contenuto caffè, salse o spezie, dopo averli lavati riempiteli con il riso per assorbire l’odore che dovesse permanere.
  6. Non gettate mai l’acqua di cottura del riso! In casa, è ottima per pulire l’argenteria.
  7. Inoltre, l’acqua di cottura del riso è anche un importante alleato per la bellezza e il benessere: una volta raffreddata, potete conservarla in frigorifero e usarla come tonico per il viso, oppure potrete aggiungerla all’acqua tiepida della vasca per un bagno o un pediluvio che lascerà la pelle delicatamente morbida.
  8. Per fare massaggi. Mettete qualche pugno di riso in una calza di lana, annodatela all’estremità e scaldatela un minuto al microonde. Il riso tratterrà il calore a lungo e potrete usare questo piccolo strumento per massaggiare i piedi o i muscoli indolenziti.
  9. Per fare un cuscino termico. Se al posto di una calza usate un sacchetto di stoffa più grande, riempito di riso, potete scaldarlo al microonde o sul termosifone e usarlo come cuscino rilassante per la cervicale.
  10. Per fare la colla di riso, ideale per i bambini perché completamente atossica. Versate 1 bicchiere di riso in 3 bicchieri di acqua bollente e fate sobbollire per mezz’ora: il riso deve cominciare a sfaldarsi. Scolate il riso e scaldate l’acqua di cottura, portandola a bollire. Quando comincia ad addensarsi, spegnete il fuoco e mettete la colla in un barattolo che – quando sarà raffreddata – potrete conservare in frigorifero ben chiuso.





Foto di moritz320 da Pixabay