Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Come pulire la moka

09-05-2020
cucina

Il caffè mattutino è un rito irrinunciabile per molti e, in questi ultimi mesi, è stato inevitabile doverlo preparare a casa. I più tecnologici hanno una macchina per il caffè espresso, i più tradizionalisti invece non rinunciano alla moka. Ma siamo sicuri di trattare bene la nostra moka e fare tutto il necessario perché ci regali ogni mattina sempre un caffè perfetto?

 

Pulire la moka: 5 regole

C’è chi dice che la moka non dovrebbe essere mai lavata, ma questo è sbagliato. Certamente, non deve essere lavata con prodotti aggressivi, ma è comunque necessario rimuovere quotidianamente i residui di caffè dalla macchina e dal filtro.

  1. Usare acqua non calcarea. L’ideale, sia per la manutenzione della moka che per la qualità del caffè stesso, sarebbe fare il caffè con acqua non calcarea: acqua minerale, per esempio, oppure acqua del rubinetto passata attraverso una brocca filtrante.

  2. Pulire la moka con l’aceto bianco. L’aceto bianco è ottimo per pulire l’esterno della moka e per togliere i residui di calcare dal serbatoio, ossia la parte che contiene l’acqua. Per sicurezza, dopo una pulizia con l’aceto bianco riempiamo il serbatoio di sola acqua, mettiamo sul fuoco e aspettiamo che esca come se fosse un caffè. La pulizia con aceto bianco è raccomandata anche per una moka che non si usa da tanto tempo. Per pulire il raccoglitore del caffè all’interno basta invece un panno in microfibra bagnato.

  3. Tenere il filtro pulito. Se i forellini del filtro della moka sono ostruiti, il caffè non fuoriesce bene. Evitiamo di lasciare i fondi di caffè nella moka dopo aver fatto il caffè, e puliamo regolarmente il filtro con acqua calda. Periodicamente, lasciamolo in ammollo per un’ora in acqua calda e poi liberiamo i fori ostruiti con un ago da cucito (ovviamente, il filtro della moka è una di quelle parti che possono e devono essere periodicamente sostituite).

  4. Cambiare la guarnizione. Così come il filtro, anche la guarnizione della moka va cambiata regolarmente, quando è ingiallita, indurita o addirittura rotta. Del resto, si tratta di una parte in gomma che garantisce la perfetta chiusura e che con il tempo e le alte temperature è naturalmente soggetta a usurarsi, pregiudicando la qualità del caffè e causando spesso anche delle fuoriuscite dal bordo.

  5. Come pulire la moka nuova. Per pulire la moka appena comprata, basterà un panno bagnato. Ricordiamo però di fare almeno 3 caffè “a perdere”, prima di utilizzarla per il caffè da bere.

 

 

 

Foto di Matěj Oliva da Pixabay