Blog VéGé

Tutte le novità del Gruppo VéGé

Cucina regionale: la Basilicata

23-11-2019
cucina

Piccola ma suggestiva “terra di mezzo”, la Basilicata è incastonata fra l’Appennino e il mare e condivide molti dei suoi piatti tipici, sia di terra che di mare, con le regioni confinanti.

I prodotti tipici della Basilicata sono semplici e saporiti; fra i prodotti della terra troviamo il cavolfiore dell’Ofanto, le melanzane rosse di Rotonda (dall’aspetto caratteristico molto simile a quello del pomodoro), che si fregiano del marchio DOP, così come i fagioli di Rotonda DOP.

 

Specialità gastronomiche della Basilicata

È l’alimento per eccellenza, e in Basilicata rappresenta una vera e propria tradizione gastronomica: il pane di Matera viene preparato con semola di grano duro e un particolare lievito madre, prodotto dalla fermentazione di uva e fichi. In passato, ciascun fornaio marchiava le proprie forme di pane con un timbro in legno che riproduceva i simboli della famiglia, per distinguerle da tutti gli altri.

La semola di grano duro, maturato al sole di questa terra generosa, è la base anche di tanti tipi di pasta tipica della Basilicata, come le lagane (una specie di tagliatelle più larghe e spesse, tipicamente accompagnate con i ceci) o i cavatelli (che sono l’ingrediente della ricetta che qui proponiamo).

Una regione che vive di pastorizia non può che avere una grande produzione di latticini e formaggi. Tra i formaggi tipici della Basilicata, ricordiamo il canestrato di Moliterno, a base principalmente di latte di capra, che quando viene stagionato nei fondaci (una sorta di grotte all’interno dei palazzi antichi) può fregiarsi del marchio IGP. E poi ancora scamorza, cacioricotta, mozzarella, burrata… tutti i prodotti caseari più buoni e tipici del sud Italia.

Tra i salumi ricordiamo innanzitutto la… lucanica, che molti conosceranno con il nome “settentrionale” di luganega: una tipica salsiccia fresca originaria della Basilicata, ma che già in epoca romana si diffuse nell’Italia del nord, tanto da diventare un prodotto tipico anche delle regioni fra la Pianura Padana e le Alpi.

 

La ricetta: cavatelli alle cime di rapa

Ingredienti (per 4 persone): 400 g di cavatelli freschi, 750 g di cime di rapa, 1 cucchiaio di pangrattato, 1 peperoncino, 1 spicchio d’aglio, olio extravergine d’oliva, sale.

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Difficoltà: *

Costo: *

Vino consigliato: Gravina DOC

Pulite le cime di rapa togliendo le foglie più dure, lavatele e lessatele in abbondante acqua salata (conservate l’acqua di cottura). Fate rosolare l’aglio e il peperoncino in padella con l’olio per pochi minuti, poi aggiungete il pangrattato e fatelo tostare.

Lessate i cavatelli al dente nell’acqua di cottura delle cime di rapa, poi scolateli e versateli nella padella insieme alle cime di rapa: saltate sul fuoco per 2 minuti e servite.

 

Leggi anche: